Conto alla rovescia per la grande manifestazione nazionale dei sindacati

Lun, 17/06/2019 - 16:20

Il 22 giugno, CGIL CISL UIL nazionali, alla presenza dei Segretari generali Maurizio Landini, Annamaria Furlan, Carmelo Barbagallo, terranno la manifestazione nazionale per il Sud a Reggio Calabria. “Futuro al Lavoro. Ripartire dal Sud per unire il Paese” è un evento che viene annunciato dai sindacati come “una giornata storica per la nostra Regione, per il Sud, per la democrazia. Una giornata che vedrà al centro il lavoro, la crescita, lo sviluppo del Paese e del Sud, la legalità. Una giornata quella […] che vedrà la partecipazione dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani, di donne e uomini provenienti da tutta l’Italia per unire il Paese fondato sul Lavoro, per dare un segnale al Governo che i tanti Sud d’Europa si salvano se si rilanciano gli investimenti e si danno prospettive, futuro e speranza alle nuove generazioni. Una giornata per riconnettere tutto il Paese, per dire al Governo che l’alta velocità e la mobilità sono un diritto di tutti, che vanno sbloccati i cantieri, che gli investimenti sulla logistica, sui trasporti, sulle manifatture, vanno fatti in tutto il Paese, che la lotta alla ‘ndrangheta ed alla corruzione deve diventare la vera priorità della politica, che la sanità deve occuparsi del diritto alla salute dei cittadini e non deve continuare ad essere terreno di scontro e divisione ideologica e politica, che le classi dirigenti devono essere all’altezza delle sfide e dei compiti”. Secondo il segretario generale di CISL Calabria Tonino Russo, infatti, il sud è il grande assente della programmazione governativa e una mobilitazione di piazza come quella progettata è l’unica via percorribile per rompere un muro fatto di rassegnazione, utile a dire che il sud non può continuare a vivere esclusivamente di piccole sovvenzioni e fondi europei. La manifestazione viene organizzata inoltre in un momento storico particolarmente propizio anche per il comprensorio della Locride. La presenza al vertice di UIL e CISL rispettivamente di Pierpaolo Bombardieri, di Marina di Gioiosa Ionica, e die Luigi Sbarra, di Pazzano, siamo certi che garantirà anche alle istanze del nostro territorio di essere ben rappresentate all’interno della manifestazione, garantendoci finalmente di sperare nella giusta attenzione anche per la zona più economicamente in difficoltà dell’intero Paese.

Notizie correlate