Crescere nella Locride: Il bilancio delle attività di Civitas Solis (FOTO)

Mer, 11/01/2017 - 09:35

COMUNICATO STAMPA - Bilancio delle attività sociali svolte nel duemilasedici e presentazione nuove iniziative previste per il duemiladiciasette. Questi i contenuti della conferenza  stampa tenutesi nella sede operativa di viale I° Maggio dall’associazione Civitas Solis, tra le principali realtà del terzo settore attive nel territorio. Nella conferenza, cui hanno preso parte il vescovo Mons Francesco Oliva, il Presidente della Corte d’assise d’appello di Reggio Calabria, Bruno Muscolo e il Presidente del consiglio comunale di Locri, Avv. Maio,  sono stati illustrati i progetti ritenuti «d'eccellenza» e svolti sia a livello locale che internazionale dall'associazione locrese e rivolte principalmente alle giovani generazioni.
Nel presentare i dati il direttore di Civitas Solis, Francesco Mollace, ha spiegato che obiettivo della conferenza è  di rendere conto alla comunità locale sul grado di perseguimento degli obiettivi di missione dell’associazione e dei risultati prodotti nell’anno, cosi come del rispetto degli impegni assunti.
Con questo intendimento sono state esposte con slides e numeri le risultanze delle attività realizzate nell’anno appena trascorso, sulla base di tre direttrici, le attività svolte a livello territoriale con e i per i giovani, le attività svolte a livello nazionale, le attività svolte a livello internazionale. Diversi i progetti miranti al contrasto della povertà educativa dei minori del circondario, tra cui  le attività pomeridiane quotidiane di animazione e sostegno scolastico rivolte a  bambini in situazione di disagio, le iniziative formative del progetto «Giovani leaders del cambiamento» sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Pac coesione, e che si è realizzato in partenariato con il Dipartimento per la Giustizia Minorile, Ufficio di Servizio sociale per i minorenni del tribunale di Reggio Calabria. Progetto che ha visto partecipi ben 532 giovani del territorio con molteplici iniziative svolte in vari comuni della Locride e con attività rivolte anche ai minori del circuito della giustizia minorile e che sono state realizzate anche a Reggio Calabria.
Inoltre la campagna di prevenzione sulla sicurezza stradale con i giovani, realizzata con laboratori ed incontri nelle varie scuole del territorio, e che ha coinvolto ben 330 giovani di età compresa tra i 16 e i 30 anni.
I progetti di servizio civile, che hanno impiegato nel 2016, ben 28 giovani nelle attività di Civitas Solis, giovani retribuiti per un anno ai sensi della Legge 64. Complessivamente sono stati retribuiti su progetti promossi e curati da Civitas Solis nel 2016, ben 41 giovani sotto i 35 anni di età. Il dato fa si che Civitas Solis, sia stato il principale ente di terzo settore del territorio che nel 2016 abbia impiegato in progetti annuali il numero più alto di under 35. Anche in paragone con enti commerciali o turistici con sede a Locri, l’associazione rappresenta l’organizzazione che ha garantito il più alto numero di opportunità di impiego retribuito nel corso dell’anno.
Inoltre sono state messe in risalto le attività internazionali di Civitas Solis, realizzate nel quadro del programma europeo Horizon 2020 all’interno del progetto transnazionale di ricerca e sviluppo denominato STEP. Nella fase di promozione del progetto attualmente in corso, preliminare al lancio di una innovativa piattaforma sulla e-participation dei giovani, sono 240 i giovani della Locride coinvolti in attività informative.
E’ stato messo in risalto l’impegno dell’associazione nella promozione e sostegno delle reti sociali, sia a livello locale, a partire dal supporto al Forum Territoriale del Terzo Settore, che nazionale, Civitas Solis è infatti tra i promotori, unitamente a Fondazione con il Sud e Save the Children, della rete Crescere al Sud che attualmente aggrega oltre 60 realtà del non profit italiano. Infine sono state annunciate le prossime iniziative che si realizzeranno in realtà come San Luca dove è stato sottoscritto uno specifico accordo voluto dal commissario prefettizio Dott. Gullì e finalizzato ad garantire attività socio educative per i minori residenti nel centro aspromontano. Attività che si svolgeranno anche a Siderno, inserita dopo accordo voluto dall’assessore Bianca Gerace nelle progettazioni sul servizio civile alla collettività.
A conclusione della presentazione, il direttore di Civitas Solis ha annunciato che l’organizzazione intende formalmente chiedere, d’intesa con altre organizzazioni impegnate nelle attività socioeducative di diffusione dei valori della legalità con i giovani, l’assegnazione del centro giovanile realizzato con i fondi europei del Pon assegnati al Ministero degli Interni e rivolti alle attività giovanili di educazione alla legalità nelle regioni del sud.
Il vescovo Mons. Oliva ha sottolineato l’importanza dell’investimento sulle giovani generazioni e sul sociale. Solo mettendo al centro i giovani e le politiche a loro rivolte è possibile cambiare la mentalità, spesso omertosa che c’è nel territorio. Tutte le istituzioni, secondo il vescovo, debbono mettere al centro delle loro politiche le attività di formazione civica e di crescita culturale dei giovani. In tal senso realtà come l’associazione Civitas Solis rappresentano realtà che vanno sostenute e fortemente incoraggiate ha concluso il vescovo.
Sull’aspetto inaccettabile di trovare chiuse le strutture pubbliche realizzate con fondi dello stato e dell’Unione Europea si è soffermato il giudice Muscolo, che ha rimarcato come solo investendo nella cultura e nella formazione dei giovani sia possibile modificare la mentalità mafiosa esistente nella Locride. Sul punto il Presidente del Consiglio Comunale avv. Maio, ha dichiarato come sia massimo l’impegno amministrativo per superare tutte le difficoltà burocratiche e procedere all’apertura delle strutture, rendendole strumento di crescita civile e socioculturale. In tal senso, ha dichiarato il presidente Maio, siamo grati a Civitas Solis per quanto da decenni fa sul territorio a favore dei giovani, ed anche il Comune di Locri si avvale gratuitamente di giovani impegnati nei progetti di Garanzia Giovani promossi e curati dall’associazione. Associazione che per la sua specificità, ha detto in conclusione Mario Diano, referente del consorzio degli albergatori e della rete del Corsecom, è un modello di riferimento anche per chi fa impresa e turismo, poiché è una organizzazione che investe nella formazione avanzata in rete con numerose realtà europee. Ho visto nascere Civitas Solis, quasi un trentennio addietro, ha dichiarato Diano, ed ogni anno l’ho vista crescere superando tutte le difficoltà che si incontrano nel nostro territorio, senza mai perdersi d’animo. Il numeroso team di ragazze che animano l’associazione sono sempre con il sorriso e con la voglia di fare, mai a lamentarsi ma sempre ad operare. E cosi che sogniamo, ha detto Mario Diano, la Locride del futuro.

Rubrica: 

Notizie correlate