Da anni Marina di Gioiosa subisce solo abusi

Dom, 10/02/2019 - 16:20

Cara direttrice,
sono Giuseppe Romeo, sono un vostro lettore. Vivo a Marina di Gioiosa Ionica. Gestisco da anni un ristorante con la mia famiglia. Negli anni mi sono sempre prestato nel sociale e nella politica locale. Faccio parte del partito di Forza Italia, insieme a un ampio gruppo di ragazzi. A prescindere però dall'ideologia politica, oggi dopo aver letto un articolo sulla rivista "Il Dubbio" che riguarda lo scioglimento su Marina di Gioiosa, mi sento in dovere di mandare un mio pensiero, anzi direi sfogo.
Non c’è mafia... ma mi viene da pensare che ci sia una specie di dittatura. Credo che chiunque avesse vinto le elezioni fosse destinato a essere sciolto. Perché da anni questo comune subisce solo abusi? Chi vuole male a questo paese? Dov’è la democrazia? Perché il consenso del libero cittadino onesto dev’essere interrotto? In questo comune vivono persone oneste, che lavorano e che contribuiscono per la crescita di questo paese. Ognuno è libero di fare ciò che gli pare, nella massima legalità, senza pressioni da nessuno, senza minacce. Qui non esistono tangenti, intimidazioni o altro. Vedo, invece, famiglie in difficoltà, attività in affanno, strutture inadeguate, strade disastrate, emergenza rifiuti, tasse alle stelle, quando invece lo stato dovrebbe darci una mano. Non capisco perché dobbiamo essere taggati come mafiosi. La mafia esiste dappertutto, non solo a Marina di Gioiosa. Tutti insieme dobbiamo combatterla, ma non si sconfigge distruggendo un’intera comunità. Abbiamo visto dopo anni di detenzione, di sofferenza e di umiliazione, ex amministratori assolti. Chi gli restituirà gli anni persi e la loro dignità? Chi pagherà tutto quello che gli è accaduto? Non mettiamo tutta l’erba in un fascio. Prima di giudicare, di attaccare e di valutare, cerchiamo di essere sicuri al 100%. Viva Marina di Gioiosa! #unitipercambiare.

Rubrica: 

Notizie correlate