Emergenza rifiuti, si allungano i tempi per l'attivazione della differenziata

Sab, 18/05/2013 - 11:16

 Altro che tempi brevi per l'attuazione della raccolta differenziata ! Giunge a sorpresa la notizia che la gara d'appalto per l'affidamento del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti per il raggruppamento di comuni di  Siderno, Locri, Antonimina, Ciminà, Portigliola,  Placanica, San Luca, Samo e Sant'Ilario dello Jonio è andata deserta. Con buona pace delle speranze dei cittadini di risolvere a breve il problema dell'emergenza rifiuti di tanti Comuni della locride. Quanto sopra è ufficializzato in un verbale  della Stazione Unica Appaltante Provinciale firmato dalal Dirigente Suap Maria Teresa Scolaro di pochi giorni addietro . Il termine fissato per la presentazione delle offerte era il 29 aprile scorso . La gara , per un importo complessivo dell'appalto di 910.507,02 euro, oltre Iva aveva come criterio “l'aggiudicazione al prezzo piu' basso, inferiore a quello posto a base di gara, mediante ribasso sull'importo  del servizio”. L'esito ben definito nel verbale riporta “ procedura di gara deserta non essendo pervenute offerte entro il termine fissato nel bando di gara”. Questo è quanto, con tutti i risvolti che, adesso, questo inconveniente si porta appresso con la delicata situazione che stanno vivendo i Comuni interessati ancora alle prese con i postumi dell'emergenza rifiuti che ha oppresso l'intero territorio dopo i disservizi dei mesi scorsi. L'appalto prevedeva l'esecuzione e la gestione dei servizi su tutto il territorio dei Comuni soprarichiamati, per la raccolta differenziata con il sistema tradizionale ( cassonetti sulle vie pubbliche), nonchè il trasporto ed avvio al recupero degli stessi. La notizia non è di quelle che fara piacere ai cittadini della locride anche perchè - è bene ricordarlo - la gara in questione è già stata oggetto di un precedente poco felice lo scorso anno. L' appalto, già oggetto di una precedente gara  era stato bloccato perché  l'  aggiudicazione era stata fatta  ad una ditta che poi non è risultata in regola con le norme prevista dalla legge. Tale gara aveva avuto luogo nel settembre del 2012. Sono passati,adesso,  da allora, ben  otto mesi  e bisogna ripartire da zero. Non è certo una bella cosa, soprattutto in un settore tanto delicato qual è, in questo periodo, la raccolta dei rifiuti solido urbani. Resta da chiedersi, a questo punto, il perchè nessuna ditta ha partecipato alla gara d'appalto. A cominciare da Locride Ambiente, struttura a partecipazione pubblica che già sta curando la raccolta dei rifiuti a Siderno e Locri e che, probabilmente, ha trovato poco confacente, dal punto di vista economico, il capitolato d'appalto. Resta la notizia negativa della gara  andata deserta e la logica conseguenza che  i tempi per l'avvio della raccolta differenziata si allungano ulteriormente. Con una spada di Damocle anche sul cospicuo finanziamento che rimarrà ancora inutilizzato al pari di tante altre somme stanziate per la Locride e ferme, come da tempo associazioni e cittadini vanno denunciando,  per intoppi burocratici di ogni genere. Il tutto mentre alcune zone del territorio sono ancora in piena emergenza rifiuti malgrado il superlavoro fatto nelle ultime settimane da Locride Ambiente.
 

Autore: 
Aristide Bava
Rubrica: 

Notizie correlate