Nuovi intercity nella settimana in cui comincia l’elettrificazione

Dom, 02/09/2018 - 16:20

Il 10 settembre, la divisione per la lunga percorrenza di Trenitalia farà entrare in servizio nuove coppie d’Intercity per il collegamento di Reggio Calabria con Taranto, da dove si potranno prendere le coincidenze diurne per Napoli e Roma e notturne per Bologna e Milano.
Questo aggiornamento dona nuova linfa vitale ai collegamenti a lunga percorrenza lungo la ferrovia jonica, che avevano subito una durissima battuta d’arresto nel dicembre del 2011 a causa dell’impiego di vetture regionali e non pienamente a norma per i viaggi di durata. A partire da quel momento, infatti, l’unica contromisura adottata dal Ministero delle Infrastrutture per garantire un servizio efficiente lungo la costa era stata l’imposizione a Trenitalia di immettere, sulla rete ferroviaria Ionica, un intercity che potesse coprire la tratta Reggio-Taranto, richiesta alla quale la società rispose anche con una riduzione del 30% del prezzo del biglietto, accesso a bordo per i passeggeri possessori di abbonamento e la garanzia che, in caso di ritardo della vettura, le dirette coincidenze avrebbero atteso l’arrivo dei pendolari alla stazione di Taranto.
Il punto di svolta che ha permesso il rinnovamento delle coppie d’intercity che sperimenteremo tra pochi giorni, tuttavia, si è verificato solo lo scorso anno, quando Trenitalia si è resa conto della necessità di far viaggiare lungo la ionica vetture dotate del pieno controllo delle porte e carrozze munite di sistema antincendio, aria condizionata, luci a led e prese elettriche che potranno circolare anche dopo l’entrata in vigore delle nuove norme sulla sicurezza a partire dal 2021.
L’attenzione per ferrovia jonica, inoltre, prosegue anche sul fronte regionale. Giovedì, infatti, presso la stazione di Corigliano Scalo, il Presidente Oliverio e i vertici delle Ferrovie hanno partecipato alla consegna dei lavori per la realizzazione della Nuova Ferrovia Ionica, iniziati con la posa del primo palo per l’elettrificazione.
L’investimento di circa 530 milioni di euro, dovrebbe proseguire nei prossimi mesi anche nel nostro comprensorio e andrà ad aggiungersi agli interventi di ristrutturazione di alcune stazioni e all’eliminazione dei passaggi a livello approntati in seguito alla sottoscrizione dei patti per Reggio.

Rubrica: 

Notizie correlate