Palazzo Nieddu ospiterà diversi reperti del Museo Archeologico di Locri

Dom, 16/06/2019 - 18:20

Lunedì presso il Museo del Territorio di Palazzo Nieddu del Rio, si è tenuta la consegna dei lavori di ristrutturazione del Museo Nazionale Archeologico di Locri Epizefiri. L’intervento, finanziato con risorse del Programma Nazionale Operativo “Cultura e Sviluppo”, si pone in continuità con gli interventi finanziati con le precedenti fasi di programmazione delle risorse aggiuntive di fonte comunitaria che hanno permesso di migliorare la fruibilità del parco archeologico e di recuperare lo stesso Palazzo Nieddu del Rio. La notizia della chiusura del Museo Archeologico proprio in concomitanza con il periodo estiva ha destato non poche perplessità e timori da parte di diversi cittadini ma, come spiegato dalla Direttrice del Polo Museale di Locri Epizephiri Rossella Agostino la decisione non deve destare preoccupazione. Proprio nell’ottica di ridurre al minimo i disagi, infatti, è bene sottolineare che l’opera di ristrutturazione riguarderà solo alcune delle sale del Museo che continuerà a essere visitabile in tutta la sezione relativa al Parco Archeologico e al casino Macrì seguendo il regolare orario di apertura. I reperti contenuti nelle sale oggetto di ristrutturazione, poi, grazie alla disponibilità del Comune di Locri, saranno temporaneamente trasferiti proprio presso il Museo del Territorio di Palazzo Nieddu incrementando così la superficie destinata all’esposizione e ripensando l’intero allestimento espositivo. La durata prevista per il completamento dei lavori è di circa 12 mesi, lasso di tempo nel quale, ha assicurato la Agostino, il programma di eventi e incontri resterà comunque molto ricco, a cominciare dall’inaugurazione di Armonie d’Arte Festival con Ute Lemper e da un incontro sulle Muse che inaugurerà uno scambio intermuseale con Civita Castella che garantirà l’esposizione di un prezioso sarcofago.

Rubrica: 

Notizie correlate