Perché la Fragomeni non ripudia le indecenze social del fratello?

Sab, 19/08/2017 - 17:30
Riceviamo e pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA - «Verme, stolto, cretino, cane»: ecco alcuni degli aggettivi pubblicati, a corredo di continui post offensivi, da Antonio Fragomeni contro il sindaco Pietro Fuda, la Giunta Comunale, il presidente del Consiglio Comunale, Paolo Fragomeni e il presidente dell’assemblea regionale di Sinistra Italiana, Domenico Panetta.
In tutte le città - a Siderno molto di più - ci sono delle persone che stanno sui social solo per screditare e infangare altre persone: sono i cosiddetti odiatori (Haters). Gli Haters preoccupano la psichiatria che ha confini nella scienza,  mentre ciò che preoccupa Fattore Comune confini non ne ha. Ci chiediamo: “Come è possibile che Mariateresa Fragomeni, segretaria del PD cittadino e amministratore locale, non prenda pubblicamente e politicamente le distanze dall’indecenza social di suo fratello Antonio Fragomeni, dalle sue continue istigazioni all’odio che durano ormai da più di due anni, esattamente da quando Mariateresa Fragomeni non è stata eletta Presidente del Consiglio comunale di Siderno come lui pretendeva? Non ci spieghiamo come Mariateresa Fragomeni non dica nulla dinanzi al fratello giustiziere-social, anche se la responsabilità è personale, né ci spieghiamo il motivo per cui non abbia agito per affrancarsi dall’ odio malato, come un politico ha il dovere di fare.
A tutela del rispetto della dignità di ognuno di noi e delle leggi che disciplinano l’uso corretto dei social, Fattore Comune è pronto ad intraprendere  battaglie legali anche nei riguardi di alcuni fake e haters (chi si nasconde dietro questi falsi profili?) che istigano all’odio; che denigrano ed offendono gli amministratori sidernesi, e non solo; che trasmettono ai loro contatti,  in modo mirato e subdolo, messaggi  privati con lo scopo di screditare, calunniare ed incitare alla violenza verbale e alla volgarità diffusa;  che danneggiano l’immagine di Siderno; che violano tutte le disposizioni della normativa vigente, incidendo sul codice penale.

Rubrica: 

Notizie correlate