Roccella: sopralluoghi mostrano le criticità dei riscaldamenti scolastici

Mer, 11/01/2017 - 11:35

Il forte calo delle temperature dei giorni scorsi ha creato disagi, ritardi e difficoltà in tutto il meridione d’Italia. Gli studenti della Scuola Primaria di Roccella Jonica, alla ripresa delle lezioni scolastiche, hanno dovuto fare i conti con il freddo pungente che gli impianti di riscaldamento delle strutture scolastiche, purtroppo, non sono stati in grado di contrastare efficacemente.
Il Sindaco di Roccella  Giuseppe Certomà, l’assessore Francesco Scali, la consigliera delegata Paola Circosta ed il tecnico comunale, ing. Lorenzo Surace, sin dalle prime ore di lezione di lunedì 9 gennaio, con una ricognizione delle strutture scolastiche, hanno verificato le criticità di alcuni dei sistemi di riscaldamento, attivandosi per risolvere i problemi e ridurre al minimo i disagi ad alunni, insegnanti ed al personale non docente.
Per quanto riguarda l’impianto a servizio del plesso della Primaria di via XXV Aprile, acquistato di recente dalla scuola e composto da due unità, è stato rilevato il malfunzionamento di una delle due caldaie. Prontamente segnalata l’anomalia, la casa costruttrice e l’istallatore hanno assicurato un tempestivo intervento in garanzia già nella giornata di mercoledì.
Per quanto concerne l’impianto a servizio del plesso di via Trastevere, è stata verificata la lentezza dello scambio termico tra i terminali dell’impianto centralizzato e l’ambiente circostante. Per ovviare a quanto detto, i tecnici e gli amministratori intervenuti in loco hanno dato istruzioni al personale scolastico e comunale affinché l’impianto di riscaldamento possa andare a regime almeno un’ora prima dell’inizio delle lezioni, valutando, per le giornate più rigide, la possibilità di far funzionare l’impianto a ciclo continuo.
L’Amministrazione Comunale di Roccella Jonica

Rubrica: 

Notizie correlate