Scandalo Regione: Arrestato Nazzareno Salerno, ex assessore di Scopelliti

Gio, 02/02/2017 - 09:51

Politici, imprenditori e amministratori pubblici della Regione Calabria, nonché due soggetti contigui alla cosca Mancuso di Limbadi (Vibo Valentia) sono tra i 9 arrestati per minaccia ed estorsione aggravata dal metodo mafioso, corruzione, peculato e abuso d'ufficio. Tra loro l'ex assessore al Lavoro della Regione Nazareno Salerno. Le indagini hanno documentato l'ingerenza mafiosa della cosca dei Mancuso nella gestione dei fondi della Comunità europea per il sostegno economico di nuclei familiari in difficoltà. In particolare, l'attività ha accertato l'esistenza di un comitato d'affari che distraeva i finanziamenti comunitari vincolati al progetto regionale Credito sociale indirizzandoli su conti correnti di società private, anche all'estero. Il provvedimento è stato eseguito dal Ros insieme al Comando provinciale Carabinieri di Catanzaro e a a quello della Guardia di finanza di Vibo, ed è stato emesso su richiesta della Dda diretta da Nicola Gratteri. Sequestrati beni per 2 milioni di euro.

Rubrica: 

Notizie correlate

Nicola Morra: "Ostentando il rosario in Calabria, Salvini ha inviato messaggi alla 'ndrangheta"

Mar, 20/08/2019 - 18:00
Nel suo intervento di pochi minuti fa in senato Nicola Morra ha dichiarato: "Il ministro Matteo Salvini ha avviato un tour, non un pellegrinaggio, ed è venuto anche in Calabria, a Isola Capo Rizzuto e Soverato, ostentando pubblicamente il rosario. Ora in terra di Calabria, e qui parlo da presidente della commissione antimafia, ostentare il rosario, votarsi alla Madonna, lì dove c'è il santuario cui la 'ndrangheta ha deciso di consegnarsi, il santuario della Madonna di Polsi, significa mandare messaggi in codice a certe forze che soprattutto uomini di Stato, in particolar modo ministri degli interni, debbono combattere, e non favorire. Ma sicuramente è stato per ignoranza, non per intenzione, perchè voglio concedere che in Italia ci sono 60 milioni di innocenti fino a prova contraria, quindi Matteo Salvini l'ha fatto senza sapere cosa stesse facendo. Quindi Padre, perdonalo perchè non sapeva quello che faceva".