Si chiudono con una conferenza internazionale a Bruxelles i lavori del progetto Med di Capitalizzazione PhiloxeniaPlus

Lun, 29/12/2014 - 11:25

Si è concluso con la conferenza di metà Novembre presso il Comitato delle Regioni a Bruxelles il progetto di Capitalizzazione MED - Philoxeniaplus. Il progetto di cooperazione internazionale ha coinvolto nell'anno di lavoro un partenariato variegato, capeggiato dall'Associazione di sviluppo locale della Macedonia Centrale Emloc, Local Employability (leader partner), l'Institute for  Comprehensive Development Solutions (E-zavod) della Slovenia, per la Calabria l'Associazione Eurokom- agenzia di sviluppo locale della Locride nonché, centro di informazione locale della Commissione Europea. Per Cipro ANETEL  - agenzia di sviluppo locale formata dall' Unione dei Comuni di Larnaca, la Provincia di TERUEL - per la Region Aragona nel Nord della Spagna, il Collectif Ville Campagne (per l'area di Limonge- Vichi Aubosson) e la Camera di Commercio CCI Gers (France). Tra i partner esterni la Regione Calabria con il Dipartimento di Programmazione Comunitaria e Nazionale e l'Associazione dei Sindaci della Locride. Il focus del progetto si è incentrato sull'accoglienza e l'attrattività dei territori interni e periferici d'Europa per il rilancio delle aree spopolate. Durante il meeting conclusivo, di grande impatto a livello comunitario per partecipanti e per qualità degli interventi, sono stati presentati i risultati di alcune iniziative locali di accoglienza in ambito europeo che possono essere trasferite in altri territori interessati dal problema dello spopolamento. Alla conferenza finale hanno preso parte anche i Sindaci dei comuni calabresi coinvolti nel progetto dal Comune di Gerace con il primo cittadino Giuseppe Varacalli, il comune di Caraffa del Bianco con Giuseppe Strangio, Mammola con Antonio Longo, Umbriatico con il sindaco Pasquale Abenante, Roghudi con Agostino Zavettieri  e Zaccanopoli con Pasquale Caparra. Ben sette i paesi membri coinvolti nell'evento che ha registrato più di cento partecipanti che si sono concentrati sull'obiettivo principale del progetto ovvero dare risposta al fenomeno che sta portando la maggior parte delle nostre aree rurali a vivere un lento declino demografico ed economico. Un fenomeno che si accompagna a contrario alla scelta di molti individui e famiglie che vogliono migrare da città alle campagne. Un desiderio di ruralità che rimane spesso limitato per l'assenza di opportunità collegate alle aree rurali, come l'occupazione, l'assenza di progetti specifici o di opportunità. Tali politiche di accoglienza e di attrattività si sforzano di coniugare verso la campagna i bisogni differenti con il desiderio di ruralità, il loro obiettivo è di promuovere l'opportunità di nuove attività nelle aree rurali, per facilitare l'integrazione dei nuovi arrivati, sviluppare partenariati, condividere i costi e sostenere chi si trovi in stato di bisogno. Al termine del progetto a coglierne anche lo spirito prettamente innovativo sono stati prodotti per i paesi partner dai componenti il partenariato un ottimo sito internet gestito dall'Associazione Eurokom www.philoxeniaPlus.eu, una guida e delle raccomandazioni rivolte alle  istituzioni locali e regionali per l'impostazione di nuove politiche rivolte all'accoglienza ed alla lotta dello spopolamento delle aree interne e rurali. Quindi un salone virtuale dedicato all'intero contesto europeo cui hanno preso parte oltre 60 realtà comunali comunitarie, per mettere in collegamento le aree spopolate d'Europa con i soho solos  (professionisti e famiglie alla ricerca di nuovi luoghi per vivere e operare fuori dal caos delle città). Il salone si è svolto a fine Novembre con una durata di due giorni online su una piattaforma che ha permesso di vivere una vera fiera a distanza ai diversi partecipanti e che è stato coordinato dal Collectif Ville Campagne di Auch (Francia). “Un'opportunità, quella rappresentata dal Med PhiloxeniaPlus, che sicuramente avrà prosegui positivi e produttivi di nuove soluzioni progettuali e di cooperazione a beneficio dei paesi coinvolti” - sottolinea il responsabile della comunicazione del progetto di capitalizzazione internazionale Alessandra Tuzza, concludendo la presentazione dei risultati raggiunti nell'anno e mezzo di lavoro condotto.

 

Rubrica: 

Notizie correlate