Siderno: lunedì 8 aprile un convegno sulla conservazione della biodiversità

Mer, 03/04/2019 - 12:40

L’8 Aprile a Siderno è protagonista la natura. Nella sala del Consiglio Comunale dalle ore 9.30 si svolgerà un convegno avente come tema “La conservazione della biodiversità nell’ecosistema marino - costiero”.
L’incontro é organizzato in collaborazione con il WWF e con I’Istituto Alberghiero di Locri.
La biodiversità definita come diversità tra gli organismi viventi di ogni origine (ivi inclusi gli ecosistemi terrestri, marini e i complessi ecologici di cui fanno parte), vede oggi grandi minacce provenire da vari settori.
La perdita della biodiversità marina (soprattutto in fascia costiera) rappresenta una delle maggiori problematiche ambientali dei nostri giorni; com’é noto la questione si é aggravata negli ultimi anni sia a causa dei cambiamenti climatici (quindi dell’aumento della temperatura dei mari) che dell’utilizzo di tecniche di pesca non idonee a preservare le risorse biologiche.
Tale problematica richiede un impegno consapevole dei rischi che gravano sulle generazioni attuali e future sia dal punto di vista etico che economico, che porterebbe ad avere un azione di tutela e preservazione nei confronti degli ecosistemi tra cui il disturbo del turismo nelle aree di riproduzione, e la pesca accidentale. Si stima che ogni anno circa 150 mila tartarughe marine finiscano catturate negli attrezzi da pesca nel Mediterraneo e che di queste oltre 40.000 muoiano.
Pertanto l’attività della pesca deve essere improntata ad assicurare l’effettiva conservazione e gestione delle risorse acquatiche e allo stesso tempo considerarsi una risorsa vitale di cibo, di attività lavorative, ricreative, commerciali e di benessere economico per le persone di tutto il mondo.
Una delle specie marine seriamente minacciate dall'uomo @ quella della Tartaruga Caretta Caretta.
Si considera che, ogni stagione estiva, sempre più nidificazioni si verificano sulle spiagge della nostra Costa Jonica, tanto da essere rinominata come “La Costa delle Tartarughe”. Tali eventi vengono erroneamente ritenuti.un disturbo per il turismo, nelle aree di riproduzione durante la stagione estiva, ma che in realtà si rivelano essere eventi di attrattiva turistica.
Particolare attenzione deve essere prestata anche nella programmazione delle attività di pulizia delle spiagge, evitando I’uso dei mezzi meccanici e tenendo conto del periodo di nidificazione (31 maggio -30 settembre).
L'iniziativa ha come obiettivo la sensibilizzazione della comunità verso un impegno responsabile per la preservazione degli ecosistemi.
Alle ore 9.30 la Commissione Straordinaria aprirà i lavori e accoglierà gli intervenuti al convegno.
Parteciperanno all’incontro: Il Comandante dell’Ufficio Locamare di Siderno, C° 1ª Cl. Np Umberto Surace che tratterà come argomento: I reati dell’ecosistema marino e costiero e la pesca ecosostenibile,
il Dott Pino Paolillo Referente scientifico del WWF Vibo Valentia illustrerà l’argomento: “Il problema di conservazione e valorizzazione naturalistica delle coste calabresi”, Salvatore Urso responsabile Caretta Calabria Conservation tratterà il tema: La nidificazione della Tartaruga Caretta Caretta in Calabria,
Filippo Armonio responsabile del centro di Recupero Tartarughe di Brancaleone: La tutela e conservazione problemi riguardanti la pesca e l’inquinamento.
Le conclusioni sono affidate all’Ing. Pietro Fazzari, responsabile dell’area tecnica del Settore 6 del Comune di Siderno.
Ma questa non sarà l’unica iniziativa di Educazione Ambientale del Comune di Siderno rivolta ai cittadini, altre iniziative sono in programmazione per poter creare una sensibilità maggiore verso le tematiche ambientale.

Notizie correlate