Staiti: Il 18 e il 20 agosto il festival per riscoprire l'arte grecanica

Ven, 16/08/2019 - 18:40

Il borgo di Staiti si sta tirando a lucido per una due giorni di arte e cultura. Il festival per riscoprire l’anima grecanica della Calabria in uno dei suoi paesi più caratteristici si terrà nel borgo il 18 e il 20 Agosto. Il programma dell’evento, ideato da Domenico Spanò, è intenso e ricco di giovani talenti calabresi e di una serie di personalità del mondo artistico e musicale della nostra terra. Si parte il 18 alle 21,30 con il concerto Live dei Behike Moro, che mixano musiche e testi della tradizione popolare con sonorità ritmate e moderne. La serata sarà accompagnata dalla Sagra delle zeppole calabresi, offerte da La Taverna dei Santi. Una partenza che unirà due delle risorse del territorio, la cucina, conosciuta e rinomata, e la creatività, una delle caratteristiche più sottovalutate nella storia recente della Calabria. Il 20 Agosto poi si entrerà nel vivo del dibattito culturale sulla nuova narrazione calabrese, alle 18,30 si terrà infatti il salotto letterario con alcuni dei maggiori autori locali e nazionali degli ultimi anni: Mimmo Gangemi (Marzo per gli Agnelli) , Gioacchino Criaco (La Maligredi) , Antonio Tassone (Lumache), Giuseppe Antonio Martino (Il Barone). Gli scrittori dialogheranno con la giornalista RAI Anna La Rosa e con Eleonora Aragona, giornalista de Linkiesta.it. Inoltre il cantastorie e poeta Gianni Favasulli intratterrà il pubblico con degli intermezzi di poesia in vernacolo e musica popolare. La serata proseguir poi con la Sagra della Pitteglia Grecanica e sarà chiusa dal concerto Live di Fabio Macagnino. Nel borgo in questi giorni sono inoltre esposte pitture e sculture di stile mediterraneo, in modo particolare si può ammirare l’ esposizione delle Sculture Giganti ” Protogonoi Grecanici” ed altre opere del Maestro Domenico Carteri per una cornice magica all’insegna dell’arte.

Tags: 

Notizie correlate