Sunset Festival, la Belle Époque della Locride

Dom, 21/07/2019 - 14:40

C’è uno stile diverso di domenica, laggiù a Le Club, che si distacca da quello accademico, una sintesi tra liberty, bohémienne, art nouveau, come se la Belle Époque della Locride fosse stata architettata, pensata, intuita all’inizio del secolo scorso.
Basta osservare foto e video per capire che siamo di fronte a qualcosa di rottura, a un respiro diverso rispetto allo stile di vita noioso a cui siamo abituati. E il fatto che artisti del calibro di Klingande, che vanta su Youtube un video con 183 milioni di visualizzazioni, approdi nel nostro territorio il 18 agosto, ci dà - mettendo da parte la stopposa retorica degli illuministi della Magna Grecia e il falso moralismo di quattro odiatori diversamente colti e con la puzza sotto il naso – pronta conferma di una rivoluzione partorita da un’idea brillante, fresca e saporita come lo Jonio.
Numeri impressionanti. Divertimento vero, con tutto il rispetto per tarante e “jazz session”, sparse a macchie di leopardo sul nostro territorio grazie e gettoni pubblici. Sunset Festival non è sovvenzionato, chi vuole entrare paga il biglietto e nonostante questo fa più numeri delle solite cose confezionate da comitati feste, associazioni e pro loco. C’è competenza e impegno dove si paga il biglietto. Si ruba ai migliori, ad altre piazze e poi si fatica sotto il sole per essere all’altezza.
Si parte oggi, Le club, il nostro Crazy Horse, è bell’e pronto per accogliervi, stimolarvi e farvi divertire.

Autore: 
V. S.
Rubrica: 

Notizie correlate