Risultato di assoluta avanguardia all’ospedale di Locri

Mer, 11/06/2014 - 18:57
Madre con il diabete monitorata durante il parto con una tecnologia innovativa dalla pediatra Bruzzese e dal ginecologo Bonavita

Il commissario straordinario dell’azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, nella giornata di ieri, durante la sua venuta all’ospedale di Locri, ha voluto personalmente congratularsi con il dott. Franco Mammì, primario di Pediatria, per i risultati che la diabetologia pediatrica è riuscita a raggiungere non solo in ambito provinciale, ma anche a livello regionale e al di fuori della nostra stessa regione. Il centro di Locri, infatti, coordina l’attività di tutti i centri di diabetologia pediatrica calabresi presenti all’interno di una  “rete” assistenziale regionale operativa dal 2007. L’occasione è stata la nascita di una bellissima bambina, Costanza, la cui madre, affetta da diabete mellito insulino-dipendente, durante tutta la gravidanza e al momento del parto è stata monitorizzata con una tecnologia d’avanguardia utilizzata presso il centro di diabetologia pediatrica dell’ospedale di Locri, la cui responsabilità è affidata alla pediatra dottoressa Mariella Bruzzese.

Lucia (la mamma affetta da diabete mellito insulino dipendente)

«Quando ho deciso di avere un figlio, la dottoressa Mariella Bruzzese, la pediatra-diabetologa che mi ha in cura e che mi è stata sempre vicina, ha molto insistito sul fatto che era fondamentale avere un ottimo controllo glicemico sia prima che durante la gravidanza. Per la terapia del diabete ero già in trattamento insulinico con il microinfusore, ma la dottoressa ha voluto che utilizzassi anche il sensore sottocutaneo per il monitoraggio continuo della glicemia. Grazie a questo strumento non ho avuto particolari sbalzi glicemici per tutto il periodo della gravidanza, l’accrescimento in utero della mia piccola è stato sempre normale ed anche il parto, che si è svolto per via naturale, è andato benissimo. Il microinfusore ed il sensore della glicemia mi hanno davvero aiutata ad avere una bambina sana e bellissima, e ora siamo una famiglia felice. Mio marito ed io non siamo calabresi ed ero per il mio diabete in cura presso un centro di altra regione. All’ospedale di Locri ho trovato una pediatra-diabetologa meravigliosa che, con grande umiltà e professionalità, mi segue anche se non sono proprio più in età pediatrica. Voglio ringraziare per questa mia bellissima esperienza anche tutta l’èquipe medico-infermieristica del reparto di Ginecologia ed in particolare il dottor Bonavita che si è fatto carico di assistermi durante la gravidanza e che al momento del parto mi è stato vicino».

Dottoressa Mariella Bruzzese, la Pediatra-diabetologa dell’ospedale di Locri che ha in cura Lucia

«Per una donna affetta da diabete mellito di tipo1, insulino-dipendente, la gravidanza e il parto richiedono accurata preparazione e pianificazione. Oggi la tecnologia viene incontro in quanto sono disponibili strumenti sempre più affidabili e innovativi che, grazie ad un miglior controllo della glicemia, consentono di salvaguardare meglio la salute del bambino che nascerà. La novità più importante di questi ultimi anni, oltre alla terapia insulinica con il microinfusore , è il sistema per il monitoraggio in continuo della glicemia, chiamato anche “holter glicemico” in analogia con il sistema che misura per 24 ore l’andamento dell’elettrocardiogramma o della pressione arteriosa. Questo sistema è in grado di valutare innumerevoli volte al giorno la concentrazione di glucosio nell’organismo, grazie ad un sensore inserito nel sottocute dell’addome che misura 24 ore su 24 la concentrazione di glucosio nel liquido interstiziale. Sul display dello strumento, oltre al valore della glicemia valutabile in tempo reale, è visibile anche il trend glicemico che da informazioni estremamente importanti sull’andamento della glicemia. La disponibilità di sistemi integrati che coniugano l’azione di un microinfusore di insulina con il monitoraggio continuo dei livelli di glucosio nel sangue fanno vedere sempre più vicina la meta della creazione di una sorta di mini “pancreas artificiale” domiciliare. Grazie all’impegno dell’azienda sanitaria provinciale, ed in particolare del commissario straordinario, dottor Franco Sarica, sia nel centro di diabetologia pediatrica dell’ Ospedale di Locri, sia nei distretti di Siderno, Palmi e Reggio Calabria, dove sono stati attivati servizi specialistici, questa tecnologia d’avanguardia è disponibile per tutti i pazienti che ne hanno necessità».

Carmelo Carabetta

Rubrica: 

Notizie correlate

Tony De Leo ci mancherà

Sab, 14/06/2014 - 17:27
Tony De Leo è morto. Ci mancherà il suo sorriso mite, la sua delicata tenerezza. Ho frequentato con Lui le scuole superiori e l’università. È stato testimone al mio matrimonio. Tempi bellissimi e non solo per la nostra giovinezza. Tempi che adesso si colorano di malinconia e di rimpianto.

Pagine