Breve storia del Corpo Militare dell’Ordine di Malta

Lun, 28/01/2019 - 12:40

Diretto discendente della storica e gloriosa Forza Armata dell’Ordine di Malta il Corpo Militare si distingue non solo per l’alta professionalità dei suoi uomini, ma anche per lo spirito umanitario e di servizio.
Sorge ufficialmente il 29 gennaio 1877 per lungimirante iniziativa dell’Associazione che riunisce i cavalieri di malta di nazionalità italiana. Sin da allora l’Associazione disponeva di mezzi propri. L’intervento era anche esteso nei casi di grave calamità naturale. Il 20 febbraio 1884 venne firmata una nuova Convenzione tra l’Ordine di Malta e il Ministero della Guerra con la quale venivano stabilite le modalità di collaborazione in caso di mobilitazione dell’Esercito. Nel 1886 entrarono in servizio 4 treni ospedali. Nel 1887 venne costituita a Milano la prima Compagnia Infermieri del Corpo. Nel Dicembre del 1908, in occasione del terribile terremoto che sconvolse le città di Reggio Calabria e di Messina, il Corpo Militare impiegò tutti i suoi mezzi sanitari riuscendo così a salvare centinaia e centinaia di vite umane. Il 9 aprile 1909 Vittorio Emanuele III concesse al Corpo Militare l’uso dell’uniforme grigio verde e delle stellette. Negli anni 1911-1912 il Corpo Militare fu impegnato nella guerra italo-turca e nel 1914-1918, si adoperò con quattro treni ospedale, un ospedale da campo, un ospedale territoriale a Roma e otto posti di soccorso al fronte. Seguì il secondo conflitto mondiale, durante il quale il Corpo fu impegnato nella campagna italiana di Russia, in Albania, Croazia e Francia.
Dalla fine della 2ª Guerra Mondiale il Corpo Militare è intervenuto essenzialmente in casi di pubbliche calamità ed è presente altresì all’estero, dove ha svolto e continua a svolgere missioni umanitarie e assistenziali volte ad alleviare le sofferenze patite da popolazioni flagellate dalla povertà, da malattie e da eventi bellici
Il Personale è strutturato in due nuclei: uno in servizio permanente e l’altro volontario.
Il Corpo è presente sul territorio nazionale con un Comando e quattro Reparti. Il Comando Generale ha sede in Roma, presso la Caserma “Artale”, alla Cecchignola ed è affidato ad un generale in ausiliaria dell'Esercito Italiano la cui nomina, su proposta dello Smom, è decretata dallo Stato Maggiore dell’Esercito. I Reparti invece sono così suddivisi: per il Nord-Italia opera il 1º Reparto con sede a Milano; per l'Italia centrale e la Sardegna opera il 2º Reparto con sede a Roma; per 'Italia meridionale e la Sicilia è competente il 3º Reparto con sede a Napoli; a L’Aquila invece, presso la caserma "Pasquali", sede del disciolto glorioso 33º Reggimento artiglieria terrestre "Acqui" e attualmente sede del 9º Reggimento Alpini, opera il Reparto Operativo d'Emergenza, competente per le Regioni Marche e Abruzzo, ma in grado di intervenire tempestivamente su tutto il territorio nazionale.

Autore: 
Giuseppe Pelle
Rubrica: 

Notizie correlate