Commissaria Caracciolo, apri la busta, perdindirindina!

Dom, 02/06/2019 - 16:20

Ouuu!, ma che diamine.
Siamo a giugno, e i commissari prefettizi di Siderno non hanno ancora aperto le buste per assegnare i lotti demaniali sul litorale più sporco d’Italia. «Sistematelo, come si deve, per carità. È inguardabile».
Gli imprenditori stagionali sidernesi che hanno partecipato al bando comunale, dal 30 aprile, ogni giorno, fanno una processione per avere assegnata una nicchia, pochi metri quadri d’attività di fronte al sole e al mar Jonio. Ma commissari e dirigenti di settori sono lenti come un polipo del Madagascar e stopposi come chele di granchio Dungeness.
Invece di rendere più snella la crescita economica, agevolare l’occupazione, seppur stagionale, chi comanda Siderno, tra assenze prolungate e cavilli piazzati ovunque come mine antiuomo, toglie speranza e voglia anche ai santi. Ouuu presidente Caracciolo, mettiti dall’altra parte, dove c’è la gente che chiede e se non ce la fai, mettiti almeno una mano sulla coscienza. L’estate passa veloce. È un lampo d’energia, un battito di vita nella solitudine di un anno.
Siderno si nutre di quest’effetto speciale.
Ci saranno turisti, per la maggiore ex paesani che ritornano al paese di origine per la bella stagione. Ci dobbiamo vergognare ai loro occhi? Si devono recare nei paesi vicini per bere un mojito o gustare un gelato? O addirittura la prossima estate dovranno scegliere altri lidi e nuovi lungomari?
Il richiamo della foresta da solo non basta più, e neppure le melanzane sott’olio, alici sott’olio, olio sott’olio, salsicce mature, collane di pomodori e peperoncini, bouquet d’origano e grappoli d’aglio.
«Apri la busta commissaria», il futuro del paese che tu governi, non è tuo, ma dei sidernesi.
I tributi arrivano puntuali e pesanti, le tonnellate dei rifiuti che creano puzza nell’impianto di San Leo vanno a pieno regime e sono in aumento; i servizi invece sono pessimi, ai minimi storici, riscontrabili sono in quei documentari di denuncia che registrano fogne, pidocchi e sterrati rancidi nell’Africa sfortunata, depressa, abbandonata.
Quindi, cara Commissaria, esci dall’alta uniforme e fai il primo cittadino.
Apri la busta, perdindirindina.

Autore: 
Jim Bruzzese
Rubrica: 

Notizie correlate