Salvatore Gullì ci racconta la sua San Luca in attesa dell’evento di domani

Gio, 20/04/2017 - 12:47
A poche ore dalla grande inaugurazione dello Stadio Comunale di San Luca, che per l’occasione verrà calcato dalla Nazionale Cantanti e dalla Nazionale Magistrati, scambiamo quattro chiacchiere con il Commissario Straordinario del paese, Salvatore Gullì.

Mancano poche ore al grande evento sportivo “ In campo per il futuro” , cosa rappresenta questo per la piccola comunità di San Luca e di quale significato simbolico si ricopre l’evento?
È innegabile che lo sport ha una valenza assolutamente pedagogica, perché oltre a suscitare emozioni insegna il rispetto delle regole assolvendo una funzione di inclusione. Lo sport, a qualsiasi livello, sia da praticante che di semplice spettatore delle attività agonistiche, integra e aggrega le persone come poche altre cose, riesce a risvegliare speranze e a fare sperare nel futuro. Per questo lo sport si riflette nella società, rappresenta da un lato, quello attivo, un laboratorio permanente di esercitazione alla vita, e dall'altro, quello passivo, riflette un osservatorio di analisi dei comportamenti. Lo sport come la scuola non serve a far sfogare i ragazzi: è luogo di apprendimento, di educazione, di conoscenza del grado di controllo sui propri stati emotivi. Lo sport racchiude in se' una tale di ricchezza di contenuti che difficilmente si riscontra in altri ambiti. Lo sport è creatività, coraggio, solidarietà, relazione, entusiasmo, sfida, carattere, forza, autocontrollo, rispetto delle regole e del prossimo, comunicazione universale, condivisione, ricerca di qualità, gioia di vivere, delusione, illusione, autostima, festa, solidarietà e tanto altro ancora. Lo sport è anche uno straordinario strumento per educare alla Legalità, bisogna insegnare da piccoli che l'analisi deve essere fatta sulla prestazione e non sul risultato, altrimenti si corre il rischio di far passare il messaggio che ogni mezzo è lecito per evitare la sconfitta.
Sul nuovo campo di San Luca, dunque, ci si allenerà prima alla vita che allo sport?
Lo sport materializza concetti essenziali per la convivenza civile: riconosce il diritto di sbagliare e ricominciare; relativizza l’errore per utilizzarlo come gesto di valore e di esperienza; insegna a gestire i limiti e li valorizza come fattori per migliorare; stimola l’autonomia e l’assunzione di responsabilità. A San Luca mancavano le strutture per l'esercizio della pratica sportiva, e adesso si sta avverando un sogno...finalmente la scuola e anche lo sport potranno, anche a San Luca , fungere da catalizzatori reali, da volano, per affermare  quei valori sociali sui quali si fondono le comunità, ma soprattutto si spera, in modo definitivo, che questo importante evento possa rappresentare la volontà di riscatto di un territorio difficile. I ragazzi senza l'impegno scolastico, che non può essere esclusivo, non sanno cosa fare, dove andare, mentre ai ragazzi dobbiamo offrire spazi dove incontrarsi, relazionarsi e confrontarsi. Ritengo che lo sport sia uno strumento di formazione educativo essenziale della persona, del patrimonio genetico di tante donne, di tanti uomini e di tanti giovani .
Il progetto è stato finanziato e voluto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Pari opportunità. E’  il segnale che lo Stato crede nel territorio e vuole investire su San Luca? 
Sicuramente. Lo Stato ha voluto compiere su questo difficile territorio un intervento concreto per affermare, insieme ai valori che vogliamo veder emergere il valore educativo dello sport come palestra di legalità. Le criticità emerse nel mondo giovanile di San Luca sono numerose, ma la voce comune, in questi quasi due anni della mia permanenza a San Luca, si soffermava costantemente sulla mancanza di occasioni di spazi per lo svago, per le relazioni e per l'aggregazione dei tantissimi ragazzi. Sono felice per questo momento che finalmente è arrivato e rende protagonisti i ragazzi di San Luca, per vederli alla prova tanto agognata. Per questa grandissima opportunità sento il dovere, come anche il piacere, di ringraziare la Presidenza de Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità- e tutte le istituzioni che hanno fatto rete per supportare e collaborare alla realizzazione di questo ambizioso progetto, che spero non rappresenti solo l'interesse dello Stato per questo territorio, ma rappresenti anche, per le generazioni future di San Luca, un'opportunità educativa per vivere lo sport nella legalità valori indissolubili per la convivenza di qualsiasi comunità civile. 

Rubrica: 

Notizie correlate