Siderno: Nino Tarzia incanta il Sanremo Rock & Trend Festival

Sab, 08/06/2019 - 17:00

Si è chiusa anche quest’anno l’avventura del 32º Sanremo Rock & Trend Festival, il più ambito e longevo concorso italiano per rock band emergenti, che ha dato luce a numerosi Big del panorama musicale Italiano. Come vi avevano già detto nelle scorse settimane, la peculiarità di questa edizione è stata la partecipazione di Nino Tarzia, artista di Siderno che, superate le fasi regionali, ha potuto partecipare alla fase finale del Festival. Ebbene, la performance di Nino e della sua band ha davvero impressionato i giudici, i cui voti gli hanno permesso di classificarsi 9º sugli oltre 2000 artisti che hanno partecipato al Contest, mancando l’accesso alla finalissima per una sola posizione. Nino sarà comunque presente alla cerimonia di premiazione dei primi 8 classificati, durante la quale sarà consegnato anche a lui un prestigioso riconoscimento e sarà ufficializzata la presenza del suo brano all’interno di un album che ogni anno raccoglie i migliori pezzi presentati nell’ambito del festival e che uscirà in estate sul circuito nazionale venendo prodotto dal discografico del compianto Lucio Dalla. «Per me si tratta di una vittoria già solo aver potuto fare questa esperienza - ci ha raccontato Nino, ancora emozionato per come sono andate le cose. - Essere in questo ambiente, a contatto con altri artisti e con discografici importanti, che sono pronti a indicarti come il tuo lavoro potrebbe essere migliore, si è rivelata un’esperienza davvero unica, che sento potrà dare una svolta concreta al mio sogno di fare il cantante. E questo non solo perché ci siamo classificati così in alto, o perché mi è stato detto che non ho vinto il premio della SIAE solo per sopraggiunti limiti di età, ma perché si è trattato di un’esperienza davvero formativa, che mi ha permesso per la prima volta di portare su un palco prestigioso pezzi che avevo scritto ormai venti anni fa e che, fino ad oggi, avevo tenuto solo per me. Se posso dare un consiglio ai giovani che vogliono intraprendere questo percorso, infatti, non posso che raccomandare loro di cogliere al volo opportunità come questa, di provare a farsi sentire senza timore di essere giudicati, ma restando sempre con i piedi per terra. Io ho aspettato molti anni, forse troppi, ma oggi sto finalmente ridefinendo i miei orizzonti, sto pensando di partecipare al premio Tenco che si terrà in autunno e potrei anche aver trovato il modo di promuovere in maniera diversa il mio album che avevo intenzione di autoprodurre pur di farlo uscire entro l’estate…»

Rubrica: 

Notizie correlate